martedì 20 dicembre 2011

orata in cartoccio all'olio al bergamotto


un'altro piatto molto semplice e veloce... in questi giorni a ridosso delle feste il tempo corre fra un negozio e un pacco da incartare, saluti  e scambio di regali, recite all'asilo e menù da preparare per le cene di auguri baci e abbracci.
nemmeno il tempo di raccontare le avventure rocambolesche che vedono il papi e me sgomitanti sulle scale mobili della rinascente per accaparrarci l'ultimo pezzo del mio regalo di natale, che rischiava di rompersi ancora prima di varcare la soglia di casa (a momenti mi prende un colpo, neanche la soddisfazione di usarlo.... poi vi racconto, e vi faccio vedere!!!!), della nanetta che scrive la letterina a babbo natale a soli tre anno e mezzo, e che stranamente, dopo un elenco piuttosto breve mi dice "e poi basta!" (troppo tenera, lei....), di carrelli stracolmi di ingredienti da trasformare in qualcosa che possa piacere a tutta la truppa senza dovermi trasferire nella cucina di una caserma per avere fuochi a sufficienza, di quanto freddo faccia la mattina e di quanto ci si impieghi a percorrere il chilometro che ci separa dall'asilo tirando una lumachina con cappello e sciarpa viola al collo....
va bè, dai, magari dopo si fa più con calma.
non ci credo più ma ci spero sempre!!!

dai, diamoci una mossa!!!!!!

per 4 persone

2 orate da 500/600 gr l'una, già pulire e squamate
olio al bergamotto marina colonna
sale
vino bianco secco
alloro, timo, pepe, aglio in polvere (per me tec-al)
limone per guarnire (io l'ho messo in una perchè la mia mutti ama il tradizionale, l'altra solo con l'olio al bergamotto, ed era molto più particolare)


lavare ed asciugare le orate, appoggiarle sulla pellicola di alluminio, cospargerle dentro e fuori con gli odori, il pepe e il sale, bagnarle con il vino e l'olio, chiudere il cartoccio ed infornare a 180° circa per 20/25 minuti.
controllare la cottura guardando l'occhio che deve essere bianco in maniera inquietante e la pelle si deve staccare con molta facilità dalla carne.
servire guarnendo con mezza fetta di limone e un filo di olio al bergamotto a crudo.


provare per credere, diceva non mi ricordo più chi tanti tanti anni fa, quand'ero una ragazzina!

9 commenti:

  1. hihihihi mi fai morire monicuccia! però é vero ora che sono tornata anche io l'é tut un gran casot! ahahahaha bacioni e mi piaccciono sempre di più questi oli!!!!! bacioni

    RispondiElimina
  2. adoro l'orata l'ho iniziata a scoprire da poco perchè la preparo spesso per mia figlia di 14 mesi, a lei piace tantissimo.
    Baci Laura

    http://paneeolio.blogspot.com

    RispondiElimina
  3. ottimo questo pesciolino!!!ciao monyyyyyy

    RispondiElimina
  4. Un piatto leggero e gustoso!!!

    RispondiElimina
  5. Semplicissima ma sicuramente molto gustosa...oltre che genuina!

    RispondiElimina
  6. Io quest'anno mi sono salvata...ho giocato d'anticipo e evitato i centri commerciali, ma intanto il natale è arrivato e io non me ne soo accorta!!
    Quell'olio al bergamotto aggiunge sicuramente una nota in più...buone giornate e non ti affannare troppo!
    Un abbraccio loredana

    RispondiElimina
  7. faccio un salto velocissimo... in questi giorni tempo zero!!!

    RispondiElimina

sarò felice di trovare qui i vostri consigli, i pensieri e le opinioni. vi aspetto!!!!