lunedì 16 dicembre 2013

frollini al muscovado


non ce la faccio, non ho tempo e soprattutto non ho testa.
non riesco a concentrarmi e anche il progetto di pandoro con la pasta madre (insieme ad altri ai quali tenevo ancora di più) è stato accantonato.
una volta in possesso di stampo ed ingredienti posso farlo anche a pasqua, che tanto la colomba mi schifa.
vi lascio qualcosa di dolce, per accompagnare questo periodo che non si prospetta semplicissimo, visti i numerosi impegni mondani della cinquenne, che ha inaugurato l'ultima settimana di asilo con un'iperproduzione di moccio e catarro.
il che non fa ben sperare.....
e non c'è solo quello, ma non siamo qua per lamentarci ma per mangiare qualcosa di bbbono: frollini al profumo di liquirizia, grazie ad uno zucchero speciale.


500 gr farina 00
250 gr burro di panna fresca
250 zucchero di canna bronsugar muscovado distribuito da d & c
2 pizzichi sale
2 uova

nella ciotola della planetaria versare la farina, lo zucchero ed il sale, aggiungere il burro a dadini ed impastare con la frusta piatta.
quando il composto inizia a trasformarsi in una sorta i sabbietta aggiungere le uova e continuare fino ad ottenere una palla liscia e compatta.


rivestire l'impasto di pellicola e mettere in frigo per almeno un'ora.
togliere la pellicola, formare una specie di salamotto e tagliarlo a fette spesse circa un centimetro, che andranno deposte su di una teglia ricoperta di cartaforno ed infornate a 160/170° per 20 minuti circa, a seconda del forno.
appena iniziano a dorare i bordi sfornare i frollini e lasciarli raffreddare su di una grata.
la variegatura è data solamente dalla consistenza dello zucchero, che tende a solidificarsi al primo accenno di umidità....
il mio era molto grumoso e in cottura ha creato una sorta di caramello al profumo di liquirizia, tipico di questa qualità di zucchero.
fattibilissimi anche a mano.
io li ho tuffati in un english breakfast amaro e fumante.....



allestimento completo della tavola green gate
addobbi natalizi green gate

ormai siamo vicini, non si può più far finta di niente...
non mi piace il natale, neanche un pò, da quando non ho più il mio papà meno ancora..... ma con la piccolina non si può evitare e, in effetti, con lei ha riacquistato un senso anche per me.
eddai che passa pure questo!

6 commenti:

  1. adoro il muscovado, mi piace da matti quel sapore caramellato che dà ai dolci.
    Dai che in fondo il Natale non è poi così male...
    bacio!

    RispondiElimina
  2. il commento di prima era il miooooooo....

    RispondiElimina
  3. Ciao, senza pretese questi biscotti, ideali per la merenda all'insegna della semplice che piace a noi!
    baci baci

    RispondiElimina
  4. ... tra l'altro non ho un forno, non posso fare torte, torte salate, muffin, pane con la pasta madre, non ho la scamorza affumicata, non ho biscotti e non posso farli. Vivo in Olanda. Solo formaggio arancione. E non mangio formaggi ad esclusione di scamorza mozzarella ricotta. Fai tu. Non e' triste tutto cio'.
    Ti rispondo io. SI lo e'.
    Se tu ad esempio fossi una brava persona faresti un pacco di biscottini e me li invieresti.

    :)

    Fai un sorriso.

    RispondiElimina
  5. Ciao! Dai, il Natale è bellissimo. Poi con i bambini diventa magico...leggi l'emozione nei loro occhi. Per non parlare poi dell'attesa di Babbo Natale! I tuoi frollini devono essere strepitosi, bravissima...e tantissimi auguri!

    RispondiElimina

sarò felice di trovare qui i vostri consigli, i pensieri e le opinioni. vi aspetto!!!!