lunedì 12 ottobre 2015

sgonfiotti con pasta madre cotti in padella


questi sgonfiotti sono nati dalla pretesa di fare le tigelle in casa senza l'apposito aggeggio, al quale ho fatto il filo per una vita e al quale ho definitivamente rinunciato per non buttar fuori di casa il mio omino per far spazio agli attrezzi di cucina.
ho fatto la mia scelta, tengo lui e vado a mangiare le tigelle fuori!
però da un errore è nato quello che oggi è il nostro pane quotidiano, il preferito in assoluto dalla nostra nanetta.
ha tanti pregi e un unico difetto, questo pane: è sano, velocissimo da preparare, non richiede tempi lunghi di lievitazione nonostante la pasta madre, è soffice, profumato e goloso, e d'estate non richiede nemmeno il forno, cuoce in un attimo in una padella antiaderente, si conserva anche in freezer e una volta scongelato con pochi minuti di forno torna perfetto..
il difetto è che se ne avanza mai uno, a meno che io li nasconda e non li metta in tavola.

400 gr farina tipo 1
100 gr pasta madre o esubero
10 gr sale
1 cucchiaio olio extra vergine di oliva bio
1 cucchiaino miele di acacia
180 ml circa acqua

nella planetaria mettere la farina, la pasta madre spezzettata, il miele e accendere.
aggiungere poca alla volta l'acqua fino a completo assorbimento (la quantità è molto indicativa, dipende dalla farina)
a questo punto aggiungere l'olio e, una volta completamente incorporato, il sale.
lavorare per circa 5 minuti prima a vel.1 poi aumentando un pochino.
l'impasto deve risultare molto compatto e non appiccicoso: nel caso aggiungete un cucchiaio di farina altrimenti impazzite a stenderlo.
lasciar riposare un'oretta nella planetaria coperto da un panno.
stendere l'impasto molto sottile su di un piano infarinato aiutandosi con un mattarello grande, poi con il coppapasta delle dimensioni di una tigella piccola formare gli sgonfiotti.
appoggiarli sulla leccarda ricoperta di carta forno e ricoprire con un panno pulito di cotone o lino.
attendere un paio d'ore circa, poi riscaldare bene bene la padella e adagiarci gli sgonfiotti.


cuocere a fuoco vivace per circa un minuto, girare dall'altro lato e proseguire un altro minuto circa.
il pane si gonfierà, sarà visibilmente più asciutto e inizierà a colorarsi.



a questo punto togliere dal fuoco e lasciar raffreddare, anche sulla leccarda da forno.
se resistete a non mangiarli bollenti.



sono ottimi da soli, con il dolce e con il salato e restano morbidi anche freddi.
la mia piccolina, celeberrina piattola a tavola, ne mangia a badilate e mi chiede spesso di preparagliele: lei le chiama tigelle.... la prima volta che mangerà quelle vere si sentirà imbrogliata!


lo sentite il profumo???
buon appetito!!!

21 commenti:

  1. anche io sono senza attrezzo, non è possibile avrli tutti, ma visto la tua ottima riuscita, mi metto all'opera e li faccio anche io!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fosse per me li compreri tutti, come una bambina in un negozio di giocattoli.... un bacio grande!

      Elimina
  2. bellissimi! beh si sa che le ricette famose sono tutte nate da uno sbaglio no? quindi secondo me sono fantastici questi sgnofiotti o tigelle alla Monica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti anche questa a suo modo è famosa: a casa non si chiede altro che questa, a parte la pizza! ciao simo, buona giornata!!!

      Elimina
  3. Scusa Monica mi sapresti dire quanti ne vengono circa con queste dosi? Grazie Lauretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi spiace laura, non le ho mai contate...so solo che non avanzano mai!

      Elimina
  4. Ciao, È possibile usare anche un altro tipo di farina? Grazie ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi proprio di si, visto che l'uso della farina 1 è solo una mia iniziativa!
      ciao!!

      Elimina
  5. Sono stupendi!!! Pensi che potrei farli anche con LiCoLi? Sapresti indicarmi le proporzioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!! non ho mai usato la pasta madre liquida, non posso aiutarti, ma di logica, con le debite proporzioni, penso di si! :-D

      Elimina
    2. Appena impastati con licoli! ho messo 80g di licoli, 20g di farina in più e acqua uguale. In realtà puoi anche solo dosare l'acqua!

      Elimina
  6. Sono stupendi! Se io volessi farli con il LiCoLi sapresti dirmi le proporzioni?

    RispondiElimina
  7. Invece della pasta madre si potrebbe usare lievito di birra? Se si in che quantità? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche qui non posso esserti d'aiuto, non uso il lievito di birra.... mi dispiace..... :-(

      Elimina
  8. provati! la prima volta non si sono gonfiati bene, va a sapere il perchè. stavolta però... sllluuuurp! grazie per la ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta!!!! sono comodissimi e veloci, e qui non avanzano mai! ormai si impasta tutto l'anno!!! grazie a te!

      Elimina
  9. Luciana Perugini1 agosto 2016 00:49

    Ciao Monica ho fatto i tuoi sgonfiotti e sono piaciuti tantissimo anche al marito e ai nipotini. Ho utilizzato il Licoli (facendo le dovute proporzioni) e seguito alla lettera i vari passaggi ma al momento della cottura alcuni non si sono gonfiati. considerata la tua esperienza potresti dirmi quali possono essere le cause di cio'. Grazie complimenti per le tue ricette!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa se rispondo così tardi... del resto non avrei saputo aiutarti comunque, non lo so, qualche volta capita anche a me.... mi spiace...

      Elimina
  10. Ciao Monica,
    sono admin del "Gruppo La Pasta Madre" dove i tuoi sgonfiotti spopolano!!!! Possiamo inserire la ricetta nel Lievitario (ovviamente citando la fonte).
    Aspetto la tua conferma!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già confermato sul gruppo, e confermo anche qui. cono contentissima, grazie!

      Elimina
  11. Sono diventati anche per noi un appuntamento fisso!! Grazie per questa fantastica ricetta!!!

    RispondiElimina

sarò felice di trovare qui i vostri consigli, i pensieri e le opinioni. vi aspetto!!!!