mercoledì 22 aprile 2015

piadelle di farro all'olio alla rosa con esubero di pasta madre


oggi ho lasciato per un giorno le fioriere da dipingere e mi sono dedicata alla cucina: in forno una focaccia nera che sta iniziando ad emanare profumo di semola e di sesamo, a marinare dei gamberi argentini che se vengono come dico io c'è da buttarsi per terra, le zucchine alla curcuma sono pronte e le melanzane all'olio di arancia stanno aspettando si raffreddarsi ed essere assaggiate.
era un pò che non passavo così tanto tempo ai fornelli che avevo quasi dimenticato quant'è bello (se togliamo la parte di riordino cucina che non è esattamente il top del divertimento!)
del resto quel che c'è da fare è davvero un lavoro grosso, ridipingere più di venti fioriere, frangivento compreso, per farle tornare bianche e candide prima di essere piantumate non è roba da poco.
ma al sole, con questo cielo terso e il canto degli uccellini che mi fa compagnia, diventa fattibile, poco alla volta, per finire e poi godersi, con enorme soddisfazione, un terrazzo come nuovo.
vi lasci questa ricettina velocissima per smaltire l'esubero della pasta madre: basta il tocco di un olio particolare e l'aroma della farina di farro per farla diventare ancora più gustosa!

100 gr farina farro integrale
100 gr farina 0
150 gr pasta madre non rinfrescata
1/2 bicchiere abbondante di acqua
1/2 cucchiaino sale
4 cucchiai olio extra vergine di oliva alla rosa marina colonna

nella planetaria mettere le farine e la pasta madre spezzettata ed iniziare ad impastare con il gancio a bassa velocità.
aggiungere l'acqua poco alla volta, poi quando l'impasto è ben incordato ed omogeneo, aggiungere i cucchiai d'olio, uno ad uno, aspettando che sia ben assorbito prima di versare l'altro.
alla fine aggiungere il sale e continuare, alzando la velocità, fino a che l'impasto sarà morbido ed omogeneo.
lasciar riposare nella ciotola coperta da un panno per circa mezz'ora.


stendere l'impasto il più sottile possibile con un mattarello, su di un piano ben infarinato, spolverando di farina anche sopra se se appiccica al legno.
con un coppapasta formare le piadelle.



riscaldare una padella antiaderente sul fuoco e cuocere a fuoco vivace, circa un minuti per lato, fino a che le piadelle si scolorano e si gonfiano.


buonissime e aromatiche anche da sole, sono ottime abbinate sia al dolce che al salato.



oggi chiudo rubando la meravigliosa frase che la mia amata gaia usa a mò di saluto ed augurio, e che la rispecchia in pieno: che il sole vi baci!
a presto!!!!

4 commenti:

  1. me le vedrei bene con del prosciutto crudo, troppo buone!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veditele bene con tutto, ascolta una scema!!! :-D

      Elimina
  2. belle, veloci e super buone queste focaccelle!
    Ti mando un mare di influssi positivi per le tue fioriere...dai guarda il lato buono...ti abbronzi, eheheh... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se smettesse di piovere !!!! ciao simomia!!

      Elimina

sarò felice di trovare qui i vostri consigli, i pensieri e le opinioni. vi aspetto!!!!